Zen to Done- 1 abitudine

Zen to Done- 1 abitudine

Gennaio 18, 2019 0 Di Cindy
Il metodo di Leo Babauta

Cambiare le sue cattive abitudine su il lungo termine.

 

Il principio di base di questo metodo è di adottare delle nuove abitudine per  essere più sereno, fissare i suoi obbiettivi e raggiungerli senza perdersi dietro le cose inutile che troppo spesso e ancora di più al giorno di oggi ci impediscono di dare il meglio di noi stessi.

Il metodo riassume 10 abitudine da adottare.

1. Raccogliere: istituire un sistema per la raccolta d’informazioni importanti.

Tante volte, ho mille idee che proliferano nella mia testa, cose da fare, visite da prenotare, scadenze da rispettare, le fatture, documenti importanti, insomma tutte informazioni che  va a finire nella cartelletta TO DO (al meglio) o in un angolo della scrivania e che rimane lì per sempre e quando serve sparisca!

Chiaramente la tipica situazioni fonte di stress perché richiede tempo, e tempo non c’è ne!

Leo Babauta nel suo metodo spirato dal libro Getting things done di David Allen, suggerisce di  seguire un sistema di raccolta di tutte le informazioni importanti affinché si possa raggiungere un modo di colletta d’informazione sistematico.

Per rimediare dobbiamo definire un singolo luogo per tutte le carte che riceviamo, prendere appunti appena ci viene in mente un’idea, una cosa da fare, in modo tale di ricordarsene sul lungo termine e non fidarsi più dal nostro cervello. Non siamo in grado di contenere e di ricordarsi di tutte le cose importante lo sappiamo, può fare brutti scherzi quando proprio non ci vuole.

Per diventare una Zen to done dobbiamo:

Definire un posto dove raccogliere informazioni e documenti e attenersi a quello:

Raccoglitore docs cartacei

Usare i raccoglitore e mettere tutti documenti dentro, non sistemare via le carte in un cassetto rischierebbe di finire nel buco nero insieme a paglie di calzini orfani, chiave smarrite, e altri candidati di“Chi l’Ha visto”. Dimentichiamo i post-it incollati ovunque, perché la colla non è mai abbastanza forte e finisce sempre per volare via (Buchi neri?!).

Classificare per tematica per esempio documenti

  • Amministrativi (banca, assicurazione,
  • Bimbi (scuola, pediatra, hobby),
  • Documenti con scadenze (fatture, pagamenti vari).

Si  può anche applicare alle ricette, tutorial creativi, lista dei obbiettivi da raggiungere etc etc.

Con questa semplice abitudine si dovrebbe risolvere il problema delle carte misteriosamente smarrite una volta per tutto.

Raccogliere documenti digitali (1)

Se abbiamo più di un indirizzo email e importante raccoglierli e metterli tutti allo stesso posto.
  • Impostare la sua posta per leggere tutti’indirizzi email.
  • Vale anche per il cloud, scegliamo un’unica piattaforma per salvare i nostri documenti nel cloud, (Google drive, Iclouddropbox, mega ne esistono veramente tanti)
  • Organizzare le pagine web favorite, usando un raccoglitore di flussi feed (Feedly per esempio) per avere in prima pagina tutti siti che ci piacciono. Uno strumento molto interessante per tutti siti usando feed RSS (maggiore parte dei blog), social media e siti d’informazione) perché si possono classificare secondo le tematiche e il contenuto si aggiorna automaticamente.
  • Mettere ordine sul desktop del computer, classificare i documenti, nominare i file, cancellare i documenti che non ci servono più e svuotare il cestino di tanto in tanto.

Blocco note (1)

L’abbiamo capito, non ci dobbiamo più intasare il cervello quindi usiamo un bel  agenda (cartaceo o digitale) dove scrivere le cose che da ricordare e che ci occupano la mente, idee, progetti, tasks etc…

E’ molto importante scrivere le cose subito,  mi viene in mente il tipico esempio della spesa, manca sempre qualcosa che mi dimentico sempre di comprare!  adesso niente più scuse si deve scrivere!

Leo Babauta consiglia di usare un supporto cartaceo ma personalmente penso che oggi esistono dei strumenti veramente interessanti per raccogliere le note, mi viene in mente l’app Evernote che ha una grande versatilità e che permette di ricuperare il contenuto del account su i diversi supporti digitali (dal cellulare al computer o tablet).

Un peccato non usargli a condizione di non farsi prendere dal canto delle sirene (Google,dei social media o pinterest). Se avete una debolezza per la procrastinazione facile vi consiglio il cartaceo.

Il segreto di questo ultimo punto è di scrivere subito quello che ci viene in mente, quindi è importante trovare un oggetto che sia molto portatile e che non ci dimentichiamo in giro. Deve seguirci ovunque, anche al letto, in bagno, in macchina, in cucina OVUNQUE!

Questa prima abitudine servirà di base alle altre 9 abitudine del metodo Zen to done. Necessiterà tempo per impostarsi ma permetterà di diventare più organizzato, più sereno e più produttivo.

 Seguitemi in questa avventura! e se volete approfondire vi metto il link per comprare il libro : Zen to Done su Amazon.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividere:
  •  
  •  
  •  
  •   
  • 3
    Shares

"3 attività da fare con i bambini per scoprire, riconoscere e giocare con le emozioni"

una piccola guida per crescere sereni e felici